Storie & Viaggi

Un’abitudine di successo? Rifare il letto la mattina

18 maggio 2018

Cosa fate prima di uscire di casa la mattina?

Mio marito dice che sono lenta, che tergiverso sul tavolo della cucina e così in bagno, e così nel preparare Lorenzo. E se la ride pensando a settembre, in cui i bimbi da preparare saranno due.

Ma quante cose deve fare una donna, si una donna, prima di chiudere al porta? Fare colazione, sparecchiare la tavola, mettere un pò di like sui social, prepararsi,  preparare la sportina per il pranzo, svegliare Lorenzo che, guarda il caso,  va a scuola con il padre e non fiata, deve andare a scuola con la mamma e mugugna per ogni cosa; e dare una sistemata a casa.

Rifaccio il  letto. Non ce la faccio, è più forte di me, pensare di dover tornare a casa e ricominciare in loop dalla mattina, dovendo ancora rifare il letto, mi mette in uno stato angoscioso.

Un’azione così semplice da passare quasi inosservata, ma c’ è chi la prende talmente sul serio da scriverci un saggio e addirittura farne un discorso pubblico.

Charles Duhigg, reporter investigativo del New York Times, ha preso proprio sul serio questa storia delle abitudini ed ha intervistato centinaia di scienziati per capire come si formano, come cambiano e come vengono reiterate. Nel libro The Power of Habit spiega che rifare il letto la mattina è una buona abitudine che ne innesta altre, incentivando una catena di buone azioni.  Per il Duhigg questa è un “abitudine chiave”.

Pensate, il valore “encomiabile” di rifare il letto,  fu suggerito anche dall’ammiraglio americano William Mc Raven, in un discorso diventato memorabile, in cui il docente invitava i suoi studenti a cambiare il mondo, partendo dal “rifare il letto”. Essere capaci di portare a termine il primo compito della giornata, ci porterà ad essere molto produttivi per tutto il giorno. Nel libro, conseguente al successo ottenuto da questo discorso, “Make Your Bed: Little Things That Can Change Your Life… And Maybe the World‘, l’ammiraglio elenca, portando esempi tratti dalla vita militare, alcune buone abitudini per vivere meglio. Un vero e proprio incitamento a non arrendersi, a non suonare mai la campana, partendo proprio da un compito semplice, come quello mattutino.

L’incentivo ad una buona abitudine è una ricompensa, che in questo caso è puramente estetica.

Certo la cosa migliore sarebbe avere, come si dice, la botte piena e la moglie ubriaca, ovvero avere qualcuno che ci rifaccia il letto!

Cosa ne pensate?

Baci

LaLu

23 commenti per Un’abitudine di successo? Rifare il letto la mattina

  1. Pensa che questa è una cosa che mia mamma ha insegnato a me e mio fratello fin da piccoli: la mattina è d’obbligo rifarsi il letto e lavare la tazza della colazione prima di uscire.
    Ma anche se stiamo in casa o dobbiamo uscire di corsa!
    Che poi è sostanzialmente l’unica cosa che faccio in casa, magari la mia stanza è tutta un casino, lascio i vestiti in giro per casa ma il letto l’ho sempre rifatto!^^
    A dire il vero non mi sono mai interrogata sul motivo di questa cosa, ma chi se lo immaginava che fosse un’azione così importante? Ora le faccio vedere quest’articolo così si vanterà di se stessa per una settimana! XD
    Baci!
    S
    https://s-fashion-avenue.blogspot.it/

  2. This is so interesting. I am admittedly not the best about making my bed in the morning so it is good to know that it is mostly just an aesthetic issue!

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*