Arte, Hand Made, Moda, Storie & Viaggi

Riciclo d’alta moda con i LEGO

6 Ottobre 2016

I Lego di Lorenzo potrebbero essere simpatici antistress, se non dovessi raccoglierli in ogni meandro della casa, cosa che con un bimbo di circa 4 anni è la norma!

I famosi mattoncini nacquero in Danimarca nel 1916, quando un ex carpentiere, divenne costruttore di giocattoli. Il termine sembra derivare dalle parole  “legt godt” che significano “gioca bene” , traduzione davvero appropriata all’uso del gioco stesso. E da allora sono un must have nelle camerette di piccini, e di piccini diventati grandi.

I Lego e la moda.

C’è chi, come  Agnieszka Biernacka e Tomasz Biernacki, una coppia polacca, ha deciso di utilizzare questi mattoncini assemblabili per costruire delle borse. I Lego vengono forati e legati tra loro con dei fili (tipo quelli da ricamo) e poi ricoperti internamente con del tessuto.

Ci sono persino pezzi in oro, ove il mattoncino è immerso nel materiale prezioso.  

borse-lego-oro

1428591355_-_0005_il_fullxfull-632847938_6nuq-600x335

I prezzi non sono proprio accessibili, ma sicuramente stiamo indossando un pezzo  unico! (info su www.agabag.com)

A Bologna poi,  il laboratorio artigianale Vicolo  Paglia Corta, realizza collezioni di bijoux a partire da materiali di recupero: tasti dismessi di computer
e mattoncini lego. Ogni fase di lavoro è curata nei minimi dettagli, dall’ideazione, alla grafica, alla produzione. La logica è quella dell’ auto produzione e della filiera corta.

Prezzi sicuramente più accessibili, e, si potrebbe già pensare al Natale, che dite? (info su www.vicolopagliacorta.it)

Molti sono gli artisti che hanno “giocato” con i Lego, riproducendo quadri famosi, monumenti o le copertine degli album dei gruppi più famosi.

 Il “gioco” creativo nel quale si è cimentata Maria Sheila Miani, giovane designer diplomata allo IED NEL 2015 è  stato quello di LEGOLIZZARE le cover delle copertine di moda: 

«Enrico Petti, docente di grafica, ci ha insegnato ad utilizzare software come Adobe Illustrator. Per un esame ci aveva chiesto di creare un ponte tra il mondo della moda e una realtà del tutto differente, utilizzando Illustrator. La scelta di associare le copertine di moda con i Lego è nata mentre ero alla mia scrivania di casa: a sinistra c’è una colonna di riviste di moda, tra cui quelle di i-D, sotto invece tengo una scatola di Lego di mio fratello. Ho solo visto queste due realtà da un’altra prospettiva e le ho unite.» www.facemagazine.it

Altrettanto fashion, tanto da attirare le attenzioni del mondo hollywoodiano,  sono le borse create dalla giovanissima Maria Sole Cecchi. Basta con accessori senza forma, tristi. Le donne vogliono farsi vedere. Via la tristezza! Voglio fare accessori di abbigliamento con i Lego”, ha dichiarato la designer.

Tutto ebbe inizio nel 2013 a Parigi, durante una fiera Maria Sole espose le creazioni del suo marchio “Les petits joueurs” e pensate che in   soli 45 minuti fu assalita da migliaia di ordini. Meraviglia, no?!

Colore, fantasia, allegria, originalità, e poi vuoi mettere, avere l’approvazione dei propri figli?!

A presto, LaLu

 

21 commenti per Riciclo d’alta moda con i LEGO

  1. Questo è un post che volevo leggere da giorni!!!
    Adoro quest’uso dei Lego!! (Li adoravo meno quando mia sorella li disseminava per casa e io puntualmente ci camminavo sopra…)

    Proprio l’altra sera stavo guardando dei bellissimi contenitori a forma di Lego su Aliexpress! C’erano sia le scatole rigide tipo Curver, sia dei bellissimi quadrotti in silicone porta auricolari!!!

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.