Storie & Viaggi

Narratè: il tè che si fa leggere

24 novembre 2017

Trascorro sempre più pomeriggi a casa. Alla ricerca del silenzio, di ciò che mi fa stare bene, aspettando quel piccolo uragano che fra pochi mesi metterà di nuovo a soqquadro la mia, le nostre vite.

Una tazza di tè bollente, una tisana rilassante (magari qualche biscottino) e un buon libro. Ottimo direi, se non fossi una persona frettolosa, e la tisana più che ai frutti rossi, mi diventa ogni volta,  un acqua colorata, dato che non riesco ad aspettare il tempo di infusione…e così con il tè, ove le mie papille gustative fanno dei giri immensi, cercandone un sentore nella tazza.

Narratè e il food design, ovvero l’insieme di  soluzioni uniche che utilizzando il potere evocativo e narrativo dei nostri prodotti alimentari, risultano essere un ottimo biglietto da visita anche per il nostro territorio. Nonchè per i nostri “cervelli”.

L’idea del tè narrante,  è stata creata da una start up tutta italiana, ed il prodotto è composto da una teabug collegata ad un libretto la cui lettura dura esattamente il tempo dell’infusione. 

Narratè unisce due tradizioni (e piaceri) millenarie, il tè e la lettura, rendendo l’attesa un momento emozionante da vivere con intensità. Innescando quasi un processo inconsapevole di diffusione della cultura. Attraverso i consigli di un maestro illustre, una favola per bambini o i passi di un romanzo storico…

Attenzione per la selezione della materia prima ed ovviamente per i contenuti degli scritti; infatti gli autori dei libretti sono stati scelti attraverso un vero e proprio concorso, “La scrittura ha scoperto l’acqua calda”, ove sono stati selezionati ben 200 racconti. Narratè è diventato così anche un trampolino di lancio per scrittori emergenti, una bella ed originale vetrina.

Una notte ero insonne e ho deciso di farmi una camomilla», ci racconta Adriano Giannini, fondatore e CEO di Narratè. «Poi, mentre aspettavo i cinque minuti di infusione non sapevo che fare e mi son messo a leggere il foglietto degli ingredienti della camomilla. È stato in quel momento che ho pensato che avrei potuto leggere, nello stesso tempo, qualcosa di più interessante. Da quella notte di qualche anno fa ho iniziato a pensare meglio a quell’idea, a strutturarla. Naturalmente ci sono stati tanti passaggi e tantissimi rallentamenti». Linkiesta

 Il connubio tra l’aroma e la parola, diventa un encomio alle più belle città italiane in  NarraPlanet.

La base della miscela è il tè nero, al quale vanno aggiunte la cannella e lo zafferano per es. per Milano; la menta, l’erba citronella, la cannella, lo zenzero per omaggiare Roma. Ogni città è ben rappresentata da un  essenza.

In NarraPeople, sono protagonisti i personaggi più influenti della storia dell’umanità (Leonardo, Dante…); NarraLife, si concentra sugli aspetti esistenziali, e NarraCorporate è stato creato ad hoc per le aziende che vogliono omaggiare i propri clienti o per finalità pubblicitarie, divenendo un vero e proprio strumento di marketing promotion.

Molti sono i riconoscimenti ottenuti dal progetto, per aver dato valore alla tradizione, al tempo, non sottovalutando la dimensione etica, in quanto i libretti sono stampati su carta riciclata ed assemblati manualmente da una cooperativa del milanese. Per esempio nel 2015 fu scelto dal Sistema Bibliotecario Milanese, per offrirlo ai propri clienti, e sempre a Milano, nel novembre 2016, nasce il primo showroom Narratè. 

Natale è vicino.

Io uno sguardo alla loro pagina la darei, è sempre bello regalare momenti di puro relax.

Narratè

 baci, LaLu

25 commenti per Narratè: il tè che si fa leggere

  1. Ma dai che belle idea! In effetti aspettare il tempo di infusione, anche se si tratta solo di pochi minuti, è uno strazio… e sembra infinito!
    Io di solito metto il timer e vado a fare qualcos’altro se no berrei acqua calda e basta, ma questa soluzione mi piace proprio tanto!
    Baci!
    S
    https://s-fashion-avenue.blogspot.it

  2. Molto carina l’idea di questa startup, all’Italia non mancano le belle menti pensanti, vedo. Sono una gran amante di té naturali non conservati e di buone letture.
    Baci!

  3. Ma che idea meravigliosa!!! Io sono una di quelle persone che ama sfruttare ogni singolo momento di attesa per qualcosa di creativo, illuminante, arricchente…questa iniziativa fa davvero per me! Complimenti a questa Start Up <3

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*