Storie & Viaggi

LASCIARSI UN GIORNO A ROMA: riflessioni sull’amore

5 Novembre 2015

Ieri passeggiavo.

Io quando passeggio osservo le persone. Lo so sembrerà maleducato, ma mi piace immaginare che vita facciano quegli occhi, quei colori. A volte quando percepisco solitudine, mi rattristo. Le persone sole mi rattristano un pò!

Ieri ho notato un ragazzo e una ragazza. Erano appena usciti da scuola, entrambi con lo zainetto sulle spalle. Lei piangeva. Lui la guardava, era dispiaciuto e impotente allo stesso tempo. Ho immaginato (ve l’ho detto che ho un immaginaazione fervida!!) che lui l’ avesse lasciata.

Ho accennato un sorriso. Non sorridevo di loro, di lei, ma di me.

E nel ricordare certi addii o arrivederci mi sono sentita felice.

Sono stata mollata senza preavviso, perchè a me aveva preferito la mia migliore amica; ma mica me l’ avevano detto che uscivano insieme. Quanto ho pianto, gridato al tradimento, fumato, detto parolacce; per accorgermi che Lui era pure un pò brutto e che Lei nonostante tutto, è ancora un bel ricordo.

Sono stata tradita senza nessuna ammissione di colpa. Mi sono sentita forte, e nonostante  avessi deciso di vivere un altra vita, quella domanda ricorrente “perchè” ancora mi faceva male.

Sono stata mollata perchè troppo giovane o perchè troppo pesante. Tacciata di pesantezza io?!!

Sono solo riflessiva, ansiolitica, petulante, rompi palle, ripetitiva, l’ ho detto riflessiva?!! Con gli anni subentra l’ accettazione.

Sono stata lasciata senza sentirmelo dire, scomparso, dileguato, che manco dalla d’Urso avrei trovato una soluzione. Dopo mesi era ancora preoccupato per me… cucciolo grazie, ma  mi ero già rimessa in pista!

L’ amore giovanile è una corsa, è una poesia di Prevert, è un vaffanculo urlato al telefono fisso (quando ero giovane il cellulare? ma de che?!) che poi aspetti li che lui ti richiami,  é il pianto disperato interrotto dall’abbraccio di un amica e dal fumo di una sigaretta.

A 15 anni l’ amore si confonde, ma non va deriso, è l’ età giusta anche per quello.

L’amore a quell’ età è il corteggiamento pulito fatto di  km in bici solo per vedersi due ore il pomeriggio,  di canzoni dedicate e trascritte su pezzo di carta.

Tutto sembra immenso, incontrollabile e se finisce in quell’immenso ti senti cadere! Ma l’ alba è già domani! (sembro Fedez?!!)

 

E poi passano i minuti, le ore, i giorni, gli anni (ragazza che piangevi ieri è un messaggio per te !) e si ride anche di certi ricordi. Le canzoni no, quelle fanno ancora un pò piangere.

Ma le canzoni, son come i fiori, nascon da sole, e sono come i sogni ,e a noi non resta, che scriverle in fretta, perché poi svaniscono, e non si ricordano piu…

E poi ti fai un idea del sentimento che il mondo scuote e muove, la mia è semplice:

Le foto sono state rubate al web, la canzone non è mia, ma di Vasco.

LaLu

22 commenti per LASCIARSI UN GIORNO A ROMA: riflessioni sull’amore

  1. L’amore ha tante di quelle sfumature, molte delle quali variano in base all’età in cui si prova il tutto… Io ricordo amori struggenti, pianti senza fine, continue domande e l’assenza delle risposte. Cose alle quali oggi sarei anche abituata e alle quali non darei nemmeno troppo peso. Solo che a 15 anni non lo puoi sapere come vanno certe cose, e allora certe batoste (che poi sono quelle che servono a renderci più forti e consapevoli) le accusi tutte.
    Comunque: quanto è bello immaginare storie anche solo guardando degli sconosciuti?
    Un abbraccio

  2. cioè tesorino io ti ho letta tutta d’un fiato, mi è piaciuto molto questo post, ricordo ancora con tenerezza tutti gli amori di quando ero ragazzina, all’emozione di prendere il telefono e chiamare ma se rispondevano i genitori appendere per vergogna, i bigliettini scritti a scuola e i pianti quando gli amori finivano, e quando rivedo i ragazzini di oggi anch’io sorrido e mi si stringe il cuore… l’amore ha mille sfaccettature, ognuna delle quali nel corso degli anni e con i suoi mutamenti però ti fa sempre sentire viva… non c’è vita per me senza amore nel bene e nel male!
    ti mando un bacio immenso
    http://www.sweetbea.it

  3. A momenti mi commuovevo. Mi sono rivista in tante cose che hai detto, tra i ricordi che malgrado tutto ti fanno sorridere, le canzoni che ancora fanno venire il magone.. o la dannata gente che sparisce!!!;)

    Non aggiungo altro perchè non ce n’è bisogno.

    Un bacione!:)

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.