Storie & Viaggi

La natura e i suoi colori: idee cromatiche per confort zone

12 novembre 2018

Avere una casa confortevole, non solo che ci rispecchi, ma che ci renda piacevole il soggiorno, credo sia l’obbiettivo di tutte.

Almeno per me. Almeno per me, certo, prima che dovessi arrendermi all’idea che il mio secondo bambino è la reincarnazione vivente di Attila il flagello di casa. Ma questa è un’altra storia.

In bilico tra le scelte cromoterapiche ed i dettami del Pantone Institute, tra minimalisti e chi crede che l’essenziale  non sia abbastanza; tra la scelta di utilizzare colori vivi, dal forte accento spirituale, tipo l’ultra violet, e quella che ci fa prediligere colori tenui, leggiadri;  le pareti della nostra casa, sono il mezzo che concorre al raggiungimento del nostro pieno relax mentale,  che tanti libri sul hygge life,  ci ha fatto comprare. Quindi parliamo di colori.

La natura con i suoi colori irrompe perciò prepotentemente.

La nostra casa si tingerà di beige, del colore della lana grezza.

Una tonalità non invadente, ma allo stesso tempo capace di rendere un ambiente luminoso, e perfetta, data la sua capacità di allargare la percezione visiva dello spazio, per far sembrare più grandi, ambienti lunghi e stretti, come un corridoio.

Nuance facilmente abbinabile  alle altre,  prese in prestito dalla terra, dal mare, dai boschi.

La scelta dei colori della natura come mezzo per costruire la nostra confort zone, è resa evidente dall’ultimo trend in fatto di carta da parati,  dallo stile jungle e tropical, siamo passati a quello botanico,  per stanze dal gusto romantico e retrò.

Fiori e piante sono resi il più realisticamente possibile,  ed i consigli  degli esperti in fatto di  decoro sono molteplici: dal lasciare una parete bianca e rivestire le altre; al posizionarla solo dietro la testata del letto, riprendendone i colori, attraverso cuscini, coperte etc.

Il verde è una necessità cromatica, influisce sulla percezione visiva di esterni ed interni e aiuta a vivere meglio“.qui

Il verde come necessità.

Il verde abete, ricorda  la vita, la forza, la fertilità; è rassicurante, calmante e sembra che abbia il potere di rendere innocui i cattivi odori.

Il color terracotta renderà le nostre pareti calde e rassicuranti, trasportandoci in quel mood tutto autunnale, fatto di foglie calpestate tanto care ai nostri feed instagram.

Vi piacciono questi trend? Come avete reso la vostra casa il più rilassante possibile?

Baci, LaLu

8 commenti per La natura e i suoi colori: idee cromatiche per confort zone

  1. io ho la casa che gioca con il grigio il bianco e l’azzurro polvere…e mi ritrovo spesso a pensare che un tocco di verde non ci starebbe per niente male! ottime ispirazioni!

  2. Sono tutte ispirazioni da sogno e mi viene voglia di rivoluzionare casa peccato che dopo tre giorni riuscirei a riempirla di cavolate e perdere quell’effetto copertina ordinato e incantevole! Ahahahaahahah! Detto questo io sono per i colori chiari e naturali, con qualche tocco di rosso giusto per riprendere gli infissi che ho di quel colore.
    Bacione Lu e buona giornata! :*
    Luna
    https://www.fashionsnobber.com

  3. Per me la cosa più importante è che la casa abbia un’aspetto luminoso, arioso ed accogliente, a prescidere dalla scelta dei colori, quindi se è molto grande e luminosa vanno anche bene tinte più forti come l’azzurro o il verde, ma se è di dimensioni normali opterei decisamente per colori molto chiari che tendono ad alleggerire gli spazi.
    Detto questo personalmente amo le tinte chiare e naturali ed i colori pastello, ma mi piace molto anche la carta da parati a fantasia floreale!
    Bellissima selezione di immagini e post interessantissimo!
    Baci!
    S
    https://s-fashion-avenue.blogspot.com

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*