Hand Made, Storie & Viaggi

Dalaimomy, semplici parole da indossare

10 maggio 2018

Ma che potenza hanno questi social così  tanto demonizzati?

Una vera e propria rivoluzione 2.o.

La potenza di Instagram sono le immagini, e proprio guardando la bellezza di altri profili mi sono imbattuta in quello di Dalaimomy, brand giovane creato da due donne. Abbigliamento per bambini in cotone organico dalle grafiche fatte  mano.

Contatto una delle creatrici e mi accorgo che hanno dato vita ad una campagna di cowdfunding per ampliare la loro attività.

Il corwdfunding, quanti di noi sanno esattamente cosa è?

Quali sono le opportunità di questa raccolta fondi che viene dal “basso”? 

Me lo faccio spiegare da Lara.

“Dalaimomy deriva dal nomignolo DalaiLara che anni fa mi attribuì un mio caro amico, un pò per prendere in giro la mia dimensione spirituale.

Dalaimomy nasce come idea durante la mia gravidanza, di tempo libero ce ne era tanto, e quale mamma non cerca il meglio  in fatto di abbigliamento, di cibo, di arredo per i propri figli? Molte delle cose più interessanti però, provenivano dall’estero. Mi sono messa a cercare in rete e sono rimasta colpita da profili instagram dal mood nordico, dai colori decisi ma semplici. Così ho pensato, perchè non posso creare qualcosa di mio, utilizzando la mia preparazione come grafica?

L’intento è stato quello di creare qualcosa che non solo fosse bello, ma allo stesso tempo di ottima qualità e sostenibile.

Così mi sono rimessa a studiare serigrafia, capendo per esempio la differenza tra quella normale e quella ad acqua, che è quella che prediligo, perchè i colori usati sono atossici. Anzi l’obbiettivo per il futuro è quello di ricercare e riportare in auge tecniche di colorazione antiche, per es. con i fiori, con le foglie…

Ci ho messo due anni a “partorire” questa idea: io faccio le grafiche, poi mando  a fare i telai in serigrafie specializzate.

Una volta ottenuti,  procedo alla stampa manuale, ecco perchè ogni nostro capo è UNICO.

Ultimamente abbimo indetto una campagna di raccolta fondi, di crowdfunding per l’appunto, con ricompensa; cioè ricompensiamo i nostri donatori con prodotti creati ad hoc.

E siccome non tutti hanno figli, abbiamo creato gadget diversificati, tazze, poster da appendere, cartoline da spedire.

Gli obbiettivi da raggiungere a scadenza, eh si, perchè il crowd funziona così e la nostra è anche vicina, sono l’ampliamento del nostro lavoro, attraverso l’acquisto di un  banco serigrafico, pagare le spese legali.

L’aspetto positivo di questi metodi di accesso al credito è il fatto che hai la possibilità, se hai un idea e credi che sia quella giusta, di provare a realizzarla coinvolgendo terzi, che possono essere utili anche attraverso suggerimenti e consigli.

Per esempio nel nostro caso, proprio in seguito a un consiglio ricevuto, abbiamo pensato di creare un evento ad hoc, un apericena in campagna in cui le persone potranno toccare con mano le nostre creazioni, potranno chiedere informazioni e degustare prodotti tipici, perchè no, la musica ed il cibo sono sempre ottimi alleati”.

Se foste interessati a conoscere come funziona una delle piattaforme per la raccolta e soprattutto a sostenere Lara vi lascio il link qui.

Baci

LaLu

 

12 commenti per Dalaimomy, semplici parole da indossare

  1. Questo è quello che succede quando si ha una bella idea, voglia di rimettersi in gioco, creatività e tanta passione. Bellissima l’intera linea sia per bambini che la pensata dei gadget e non sapevo minimamente che esistesse sta cosa del cowdfunding. Vedi che non si finisce mai di imparare? 😉
    Bacione bellezza e buona giornata! :*
    Luna
    https://www.fashionsnobber.com

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*