Lifestyle

Il cibo e la felicità: quelli che un pò ci aiutano ad averla

19 gennaio 2018

Il cibo… adoro la convivialità che riesce a conferire ad una tavola.

Bere bene, mangiare bene, mi fa sentire appagata. Le chiacchiere, le risate, che seguono un buon pasto mi rendono piena. Anche se in tutti i sensi.

…l’uomo è ciò che mangia cit.

Lo sapevate che nella nostra alimentazione prediligere certi alimenti al posto di altri, non è una scelta meramente estetica, ma anche di miglioramento  dello stato psichico?

Esiste una correlazione tra il cibo e la felicità, così come esiste un legame con lo sviluppo della depressione o con alcune patologie mentali. Tendiamo verso certi cibi sia per un associazione mentale tra il passato ed il presente, scegliamo quelli che leghiamo a situazioni e ad eventi piacevoli; sia per una identificazione con il cibo stesso, del tipo io sono forte, scelgo una bistecca. blogedoapp.it

Per questo mi piace inserire tra i propositi per questo nuovo anno, anche il consumo di cibi che stimoleranno “l’happiness”.

Si spera!

Insalata e spinaci, perchè ricchi di acido folico. In particolare gli spinaci (conosciutissimi ai più per la lotta contro l’anemia!) sono inoltre ricchi di vitamina C e magnesio, che trasformano il triptofano e la tiroxina, due amminoacidi essenziali,  in serotonina, ai più conosciuta come l’ormone del buonumore.

Anche la frutta secca (anacardi, mandorle, nocciole) è ricca di magnesio, e quindi ha la capacità di trasformare lo zucchero in energia.

Un rimedio conosciutissimo contro l’ansia  e la  stanchezza, è quello di mangiare cioccolato. Oh, qual gran sacrifico!!

Pensate che 50 gr di fondente consumati ogni giorno, possono ridurre  il livello di stress.

Le banane e i mirtilli aiutano il nostro organismo a mettere in piedi strategie di difesa e di risposta al malessere. Ed in genere bisognerebbe privilegiare i cibi ricchi in vitamina b e d, legumi, avena e broccoli per es.

Il mio incontro con la vitamina D è avvenuto alla nascita di Lorenzo, non ne conoscevo l’importanza, poi siccome aveva l’ittero (qui ) mi dissero di esporlo ai raggi solari e dargli il mio latte che ne era ricco.

I raggi solari   permettono di trasformare il colesterolo buono della pelle in vitamina D. Forse per questo esporsi al sole ci mette di buon umore!

Nella nostra lista non possiamo dimenticare il fashion food per eccellenza, l’onnipresente ed instagrammabile: ‘‘avocado! Vasodilatatore e disintossicante.

Da provare con il salmone, anch’esso consigliatissimo, in quanto ricco di omega 3, i cui benefici sono noti sia contro l’invecchiamento delle pelle e celebrale, sia contro la depressione.

Ciò che abbiamo dimenticato nel rapporto con il cibo, ma credo nei rapporti in genere, è la moderazione. Questo è il caso dei carboidrati,  ottimi alleati della seretonina. Ma senza esagerare, perchè una bilancia che arrotonda per eccesso, non è mai sintomo di felicità.

Sono detti quindi “comfort food” i cibi il cui consumo evoca uno stato di benessere psicologico, ed essi sono consumati o come forma di consolazione o come rinforzo positivo, ovvero come un premio.

 E se proprio non dovessimo riuscire ad essere più felici…  c’è sempre la nutella!

Avete dei cibi da consigliare anche voi?

Baci 

LaLu

P.s: Il mio non vuole essere un articolo con valenza scientifica

8 commenti per Il cibo e la felicità: quelli che un pò ci aiutano ad averla

  1. Dei 50 gr di cioccolato al giorno come rimedio anti stress lo abbiamo scoperto qualche tempo fa ed è stata una delle scoperte più belle mai fatte! AAHAHAHAHAH
    Molto interessante questo post, bravissima 😉
    un bacione
    Agnese & Elisa

    • ilquadernodilalu:

      grazie ragazze…e poi il cioccolato fondente è lo sfizio permesso anche nelle diete, almeno la mia nutrizionista me lo aveva consigliato dopo cena.
      LaLu

  2. Mi ero ripromessa di godermi questo articolo con calma proprio perchè l’argomento mi attira un sacco! Sapevo del potere sul cioccolato sulla serotonina ma avrei pensato che insalata e spinaci agissero allo stesso modo. Anche il salmone fa da antidepressivo? A me piace moltissimo (soprattutto affumicato in fette) e quando inizio a consumarlo non mi fermerei più…solo che poi subentra il pericolo istamina e devo trattenermi ahimè! Non saprei quali alimenti consigliarti su basi scientifiche ma in generale io sto bene (anche per le ore successive) dopo aver mangiato molluschi e crostacei.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*