appunti, curiosità sul mondo a modo mio!!!
Hand Made, Senza categoria, Storie & Viaggi

Made in Kenya: Il volto etico di Asos

26 aprile 2018
 Negli ultimi mesi sto scoprendo il piacere dello shopping on line, metto a letto i bambini e vago sul web, per buona pace del mio conto in banca!
Sono dipendente da Asos lo ammetto,  e ancora di più dalla nuova collezione Made In Kenya. Che io sia un appassionata di cultura africana, intesa anche come utilizzo dei  tessuti wax, si sapeva già… Non lo sapevate? Leggete un pò qui.
Lanciata mercoledì scorso la collezione  nasce dalla collaborazione tra Asos  ed  il laboratorio sartoriale dalla  forte connotazione sociale con sede in Africa orientale, Soko, nel quale sono impiegate circa 45 persone. (peraltro la partnership va avanti dal 2010).
Il progetto ha visti impegnati il team di designers interni di Asos ed alcune tra le personalità più in voga nel panorama africano: gli influencer di Instagram 2ManySiblings, la presentatrice radiofonica Julie Adenuga e la modella Leomie Andersonl.
Asos non è nuova a queste inizitive, pensiamo alla sezione Eco Edit,  in cui è possibile trovare  una ampia selezione di capi eco e solidali.
 La realtà di Soko garantisce salari equi, crescita individuale e rispetto ambientale, aspetti condivisi dal e-commerce britannico, che ha creato in loco la   Kenyan Stitching Academy  ove vengono organizzati corsi di sartoria della durata di due mesi che forniscono agli abitanti del posto competenze che consentono loro di avviare un’attività in proprio.
Una delle accuse più grandi alle iniziative in Africa è quella di neocolonialismo, fingere di aiutare quelle popolazioni, mantenendo saldi i fili del controllo economico.

Invece insegnare  un mestiere significa renderli indipendenti e liberi, al di là dei soli slogan pubblicitari.

 

 

 

 
 A me piace molto, la trovo perfetta per un estate piena di colore e di pensieri positivi. E poi indossare una cosa bella sapendo che stiamo facendo del bene non solo al nostro ego, non è figo?
 

 

 

 
 
 

20 commenti per Made in Kenya: Il volto etico di Asos

  1. Anch’io amo fare shopping da Asos dove trovo un ottimo rapporto qualità prezzo e tanti capi diversi dai soliti siti concorrenti. Di questa collezione mi sono innamorata soprattutto della prima fantasia che ci proponi con prevalenza di blu!

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*