Storie & Viaggi, Moda

AllaGiulia, calzature tradizionalchic

19 Febbraio 2019

Nel post precedente ho raccontato l’origine e l’evoluzione delle friulane, spiegando come una calzatura cara alla tradizione contadina del Friuli, sia diventata oggetto del desiderio delle più modaiole.

Continuando a parlare di papusse, oggi vi presento AllaGiulia, brand ideato dalla shoes designers Giulia Campeol (si vede che mi piacciono proprio poco, poco queste calzature!) la cui idea è stata quella di dare nuova vita e un nuovo volto alle scarpe dei gondolieri veneziani.


Ciao Giulia, parliamo di friulane, tu le indossavi già in tempi diciamo così “non sospetti”,  cosa ti aveva colpito di queste calzature?

Le indosso da sempre, fanno parte di me, dei miei ricordi. Quando ero piccola accompagnavo mia madre in spedizione a Venezia per acquistarle sulle bancarelle sotto al Ponte di Rialto. Le indossavo al mare, in casa, poi ne ho sdoganato l’uso anche in città.

Sicuramente comode, ma molto femminili, le possiamo considerare un egregio sostituto alle ballerine?

Assolutamente si! Le trovo estremamente femminili, chic tanto quanto le ballerine (rigorosamente Porselli). Secondo me, sono molto sofisticate, nonostante la loro semplicità.


Perché questo nome”?

Audrey Hepburn indossava le kitten heels, poi soprannominate “alla sabrina” nell’omonimo film, io le friulane allagiulia! www.elle.com


Cosa è che le differenzia dalle papusse originarie?

La struttura è la stessa, da sempre. La differenza delle AllaGiulia sta nei tessuti della tomaia e nelle passamaneria. Sto facendo ricerche per migliorare la struttura, oggi, rispetto a 50 anni fa, esistono materiali e tecniche che credo dovremmo utilizzare per renderle ancora più confortevoli.

– Chi è la cliente che sceglie di indossare AllaGiulia?

Credo sia una persona con tanta tanta personalità, che ami la raffinatezza intesa come ricercata classicità.

AllaGiulia non è assolutamente un marchio conosciuto ed altisonante e chi ne viene attratto ne apprezza il gusto, la qualità e l’originalità.

Qual’è l’abbinamento che meglio valorizza le tue calzature?
Io vivo in jeans. Le indosso d’inverno con un calzino in tinta o a contrasto, a piede nudo appena l’aria si scalda. Ma trovo stiano molto bene anche con gonne e abiti lunghi, sono super versatili.

Dove vengono prodotte?
Vengono cucite da artigiani italiani che amano il loro lavoro.

Ci saranno novità per la nuova collezione, rivedremo la “vimina”?
Non ti svelo nulla, anche se la mia mente lavora sempre. Questa domanda mi fa piacere, ed anche un pò sorridere. La vimina, la borsa iconica di AllaGiulia, è nata come un passatempo, ha riscosso talmente tanto successo che è diventata e mi auguro continuerà ad essere, un must di AllaGiulia.



Tu sei una donna imprenditrice  e madre, come riesci a conciliare queste due dimensioni, a volte così incompatibili?

Hai detto bene, sono incompatibili! Da quando è nato, Pietro, è diventato la mia priorità, ed ho fatto la mamma a tempo pieno; rispondevo alle mail mentre dormiva, o parlavo con i fornitori mentre lo portavo al parco. Ora lui ha tre anni, sto riprendendo le redini e torno… al galoppo!

Che uso fai dei social?
Ne faccio un uso più personale, che professionale, anche perchè ritengo che seguirli bene sia un vero e proprio lavoro, ed ora non ho tempo! Vorrei dedicarmi di più al mondo social… ci riuscirò!

Grazie Giulia.

Non vedo l’ora di vedere le novità in casa AllaGiulia. La primavera è dietro l’angolo.

Baci, LaLu

18 commenti per AllaGiulia, calzature tradizionalchic

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

For security, use of Google's reCAPTCHA service is required which is subject to the Google Privacy Policy and Terms of Use.

I agree to these terms.